venerdì 11 novembre 2016

Scatola porta thè per un dolce arrivederci

Io credo moltissimo nel baratto, inteso come scambio di favori, conoscenze e perché no, oggetti.
Lo sanno bene le mie amiche con le quali ho un traffico di abiti e accessori per i nostri figli, nella reciproca soddisfazione del non veder "sprecato" ciò che ancora può essere utilizzato da altri.
Lo stesso è con le "competenze": l'amica che mi sa fare la piega ai capelli è disponibile per me al bisogno perché sa che io sarò altrettanto disponibile a fustellare per lei come se non ci fosse un domani, o a farle il biglietto per un compleanno o una cerimonia...
Tanto per dire questa estate ho creato una card in a box che è stata ricompensata con una favolosa torta... mmmmm, scambio dolcissimo ;-)

Lungo preambolo per dire che quando mi viene chiesto di fare una card o qualche altra cosa, accetto sempre con piacere, è un modo per giustificare quelle montagne piccole scorte di materiale che ho in casa :-)
E poi è così stimolante trovare qualche nuova idea...

E veniamo quindi allo specifico: cosa regalare a una collega che cambia azienda?
Mi è stata chiesta una card per accompagnare il dono di gruppo - un corso di cucina - ed ecco che la lampadina mi si è accesa ed ho ricordato di avere un dolce timbro svedese con una cuoca e delle patterned a tema ortaggi, niente di più adatto.



Siccome con la colorazione dei timbri non sono proprio una professionista (chiaramente è un eufemismo, sono pessima), preferisco usare la tecnica del paper peacing che mi viene tanto bene e mi permette di coordinare il timbro con le carte utilizzate.

Ma non è finita qui, un'amica ha voluto comunque aggiungere un suo dono personale, così le ho suggerito di acquistare una scatola di legno porta thè e le ho creato delle finte bustine di cartoncino nel quale scrivere tante piccole dediche con timbrate le sue grandi passioni: i viaggi, la lettura, la cucina, le coccole con thè e tisane... bello no?


 

18 commenti:

  1. Che altro dire... stupenda 😘

    RispondiElimina
  2. Faccio parte anche io di questo baratto e ci credo tantissimo! La scatola con le scritte è davvero bella.. troppo romantica.. se chi l'ha ricevuta non apprezzasse a dovere (impossibile) la prendo io!!!

    RispondiElimina
  3. Chiara. Sei fantastica!
    Non aggiungo altro.
    Fantastica!

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia!!!
    La tecnica la devo provare.. non l'ho ancora mai sperimentata!
    Fantastica anche la scatola e l'idea delle tagghine!!! Complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giura??? E' semplicissima e di effetto, in pratica timbri nuovamente su patterned e poi ritagli e incolli le parti che ti servono per "vestire" il tuo timbro.

      Elimina
  5. Card e scatole meravigliose. Anch'io credo molto nel baratto, ne ho proprio parlato ieri in ufficio, ho regalato dei libri alla mamma di un collega che legge tantissimo e di tutto e so già che ricambierà con la focaccia pugliese, poi ho ricordato una serie di scambi molto interessanti fatti in passato. Ridare vita agli oggetti è importante, odio gli sprechi e vorrei fare di più per questo obiettivo. Ilandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo tanto, spesso troppo, ma non pensiamo che quello che a noi non serve più (spesso perchè i gusti cambiano)può essere utile o interessante per qualche altro...

      Elimina
  6. Uauuuuuuuu Chiara sei bravissima!!! Io sono la fortunata destinataria della scatola e soprattutto dei relativi biglietti di dediche e ti assicuro che a leggere il tuo post mi sono emozionata come il giorno in cui l'ho ricevuta!!! Grazie ancora alla mia ex collega, ma ancora amicaaaaa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. Michela, che bello sentirti!
      Sono davvero contenta che sia stato tutto di tuo gradimento, è sempre un piacere creare cose per chi le riesce ad apprezzare.
      Spero di ritrovarti ancora da queste parti...

      Elimina
  7. Tutto quello che realizzato è bellissimo,
    sei bravissima complimenti.

    RispondiElimina

Grazie per essere passato di qui ed averne lasciato traccia!
A causa di infiniti messaggi di spam, ho dovuto, a malincuore, attivare la moderazione commenti.
Gli utenti anonimi possono comunque commentare purchè si firmino, altrimenti mi vedrò costretta ad eliminare il testo.